Il Parco del Reventino
Guida storico-naturalistica ed escursionistica al gruppo dei monti Mancuso, Reventino, Tiriolo e Gimigliano

Special Price €23,80

Prezzo Pieno: €28,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Gli scarabei
2008, pp 578
Rubbettino Editore, Guide naturalistiche
isbn: 9788849820522
Questo libro è dedicato a una piccola-grande area montuosa del Sud Italia. Piccola perché meno vasta e meno nota anche degli altri principali massicci montuosi, anche calabresi, divenuti parchi nazionali. Grande perché è pur sempre estesa, quasi da costa a costa, comprende 19 comuni, contiene straordinarie bellezze naturali: monti con panorami che spaziano sino alla Sicilia e al Pollino e abbracciano in un sol colpo d'occhio i due mari, boschi atavici, alberi monumentali, grandi valli, gole e canyon fluviali, cascate, monumenti di roccia, borghi solitari e arroccati, architetture rurali che paiono uscite da una fiaba, contadi dall'aspetto agreste e bucolico, antichi segni dell'uomo (rovine di abbazie, rifugi di contadini e pastori, sentieri e mulattiere, acquari). Vi è perfino una vecchia ferrovia a scartamento ridotto che la attraversa da parte a parte, una delle ultime rimaste funzionanti in Italia.
Nel gruppo montuoso del Re­ven­tino il tempo scorre lento, tra orti aulenti e boschi sconfinati. Vi si trovano ancora pastori e contadini che producono cibi come un volta. Gli odori ed i sapori dell'antica montagna appenninica non sono stati cancellati. Certo, l'eco­no­mia agro-silvo-pastorale di questa come di altre aree del Sud registra da anni una crisi profonda. Ma l'at­tac­ca­mento dei vecchi abitanti alle proprie tradizioni e l'innovazione apportata da qualche giovane intraprendente stanno gradualmente creando una diversa qualità dello sviluppo, nella quale un ruolo preminente ha la riscoperta dei luoghi. Ed è proprio per favorire questa riscoperta - che è anche un modo per affermare un'identità - che è nata questa gui­da. Preceduta da una prefazione di Ful­co Pratesi, essa offre un'accurata di­sa­mina della storia, degli ambienti na­turali, della flora, della fauna e dei problemi di conservazione e sviluppo dell'area.