Il Ministro Scelba

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2002, pp 188
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849803052
Questa biografia di Mario Scelba è stata scritta da Vincenzo La Russa senza intenti pregiudizialmente apologetici o riabilitativi, ma per rendere testimonianza ad un uomo il cui agire politico, certamente discutibile, fu comunque decisivo per le sorti della libertà in Italia. L’Autore, come dichiara egli stesso non è uno storico; ciononostante riesce ad offrire al lettore una figura di Scelba meno cupa di quanto fino ad oggi sia stata rappresentata. Né mancano nel libro spunti di un certo interesse riguardo: al sentire politico del deputato calatino assai vicino a quello di De Gasperi; alla “coerenza” di Scelba: antifascista quando altri futuri leaders della DC non lo erano e anticomunista quando altri si affrettarono a cambiare opinione; al non amore per le correnti anche a prezzo di essere messo in disparte all’interno della DC; alla contrarietà – sulla scia di Sturzo – verso le nazionalizzazioni. Figlio del suo tempo, alcune sue prese di posizione risultano superate. Altre, invece, rimangono validissime, come la fedeltà alla Costituzione, o il suo amore, tutto sturziano, per le iniziative vive della società contro uno statalismo oppressore. In Mario Scelba cedettero uomini come Luigi Einaudi, Alcide De Gasperi, Luigi Sturzo e il gruppo raccolto attorno a “Il Mondo” di Pannunzio. Dei suoi oppositori, interni ed esterni, viceversa, la storia, finora, non ha potuto essere benevola.