Dario Edoardo Viganò
I sentieri della comunicazione
Storia e teorie

Special Price €12,75

Prezzo Pieno: €15,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: La Politica
2003, pp 266
Rubbettino Editore
isbn: 9788849807097
prefazione di Massimo Baldini
Nel mondo della galassia elettrica ed elettronica le competenze comunicative sono richieste in un numero crescente di professioni e, per di più, le conoscenze sui processi psicologici, sociologici e semiologici, si sono fatte sempre più raffinate. In questo contesto ben si colloca il volume di Dario E. Viganò I sentieri della comunicazione. Storia e teorie, un testo in cui egli aduna, con straordinaria competenza e lodevolissima chiarezza, una mole ammirevole di materiali. Il risultato è un libro agile, documentato, prezioso per avere una visione d'insieme della problematica connessa alla comunicazione, ma anche utile per ampliare prospettive ed esplorare orizzonti.L'opera si articola in cinque ampi capitoli e prende l'avvio dall'esame del termine“comunicazione”, un termine di cui esistono ormai innumerevoli definizioni (Dance e Larson ne hanno raccolte ben 126), un termine“irritante” per la sua inafferrabilità, ma anche terribilmente“affascinante”. Con un linguaggio piano e con un argomentare ricco di esempi (spesso brillanti, sempre utili) Viganò ripercorre la storia della comunicazione nelle sue tappe salienti, si sofferma ad esplicitare i vari modelli che sui processi comunicativi sono stati avanzati negli ultimi decenni (da Lasswell a McQuail, da Shannon a Weaver, da Jakobson ad Eco e Bettetini, ecc.). Infine, illustra i concetti di base dell'attuale rete teorica semiotica.Ne emerge un libro che è, ad un tempo, uno splendido strumento didattico, ma anche un'opera ricca di notazione e spunti nuovi ed originali. Si pensi alle sue riflessioni in merito all'uso del verbo ascoltare e vedere nella Bibbia che meglio precisano quanto sostenuto da Ong.