Giovanni Sole
Tornacontisti, cacadubbi, panciafichisti
Mito e realtà della guerra a Cosenza (1940-1945)
Giovanni Sole
Tornacontisti, cacadubbi, panciafichisti
Mito e realtà della guerra a Cosenza (1940-1945)
Collana: Zonafranca
Anno: 2017
Genere: Storia, Storia d'Italia, Storia: argomenti specifici, Storia culturale e sociale, Storia contemporanea
Pagine: 196
isbn: 9788849850406

Tag: Anni 30, Anni 40, antifascista, antifascisti, Benito Mussolini, bombardamenti, Calabria Fascista, camicie nere, cinema, classi dirigenti, clero, confino, Crati, delusione, demagogia, disertori calabresi, Duce, ebrei, Eritrea, Etiopia, Fascisti borghesi, f

Disponibilità Disponibile

Special Price 11,90 €

Prezzo Pieno: 14,00 €

Il fascismo in provincia, Populismo, opportunismo, falsa retorica e trasformismo. Tutti sul treno del vincitore ma pronti a scendere alla prima fermata se le cose vanno male. Il caso di Cosenza non dissimile da tanti altri. Durante la guerra – scrive Giovanni Sole – i gerarchi cosentini lamentavano che, mentre i soldati combattevano fino all’estremo sacrificio per la grandezza della Patria, molti borghesi cacadubbi, panciafichisti e tornacontisti, aspettassero gli eventi pronti ad aggregarsi ai vincitori. I pochi antifascisti non avevano il coraggio di palesare le proprie idee, si nascondevano dietro le persiane, ascoltavano le radio nemiche e sognavano di scendere in piazza al seguito di un battaglione sovietico o inglese!
I caporioni fascisti, che si autodefinivano uomini senza macchia e senza paura, pronti ad immorale la vita per la rivoluzione fascista e per la vittoria, alle prime bombe sganciate dai quadrimotori nemici, però, si rifugiarono nelle campagne e allo sbarco in Calabria degli anglo-americani si nascosero, si diedero precipitosamente alla fuga o fecero il salto della quaglia. Sconfitti e accusati di aver contribuito alla ovina dell’Italia, furono tutti riconosciuti colpevoli dalla Commissione per l’epurazione ma condannati solo alla sospensione per due anni dei diritti elettorali passivi e attivi. In nome della pacificazione nazionale furono poi amnistiati e la tremenda guerra che aveva portato miseria, fame, sofferenze e lutti fu dimenticata. Un libro documentato, amaro e ironico, tra ricerca storico-antropologica e pamphlet.
Una riflessione sul comportamento degli italiani, colti in un momento cruciale della storia.

 

L'Autore
Giovanni Sole

Giovanni Sole

Giovanni Sole insegna Storia delle tradizioni popolari presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria. Da anni...

Potresti essere interessato ai seguenti libri