Grazia a Sofri
Un intrigo costituzionale

Special Price €12,75

Prezzo Pieno: €15,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Problemi aperti
2006, pp 274
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 9788849814507
A chi compete il potere di grazia? Questo interrogativo, sorto nel 1991 quando Cossiga intendeva concederla a Curcio, è stato riproposto in occasione del dibattito su un eventuale atto di clemenza in favore di Sofri. Per Pannelli e diversi costituzionalisti si tratterebbe di un atto formalmente e sostanzialmente presidenziale, con la conseguenza che la controfirma del Guardasigilli non attesterebbe che la formale regolarità dell'atto. In questo raffinato saggio, che ha tutte le caratteristiche del pamphlet, Paolo Armaroli dipana questo intrigo costituzionale spaziando dallo Statuto Albertino ai lavori preparatori della Costituzione Repubblicana, dalla proposta di legge Boato alla riforma costituzionale, dai poteri del Quirinale a quelli di Palazzo Chigi e di Via Arenula, dal conflitto di attribuzione sollevato da Ciampi nei confronti di Castelli fino alla dichiarazione di ammissibilità da parte della Consulta. A quest'ultima spetta ora di risolvere tale gaddiano "pasticciaccio brutto" grazie (o per colpa?) allo scandalo costituzionale provocato da Pannella.