Santo Viotti
Gli strumenti alternativi di risoluzione delle controversie quali categorie di genere; la mediazione quale strumento convenzionale a media interferenza
Spunti sistematici; profili regolamentari

Special Price €11,05

Prezzo Pieno: €13,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Università degli studi Magna Graecia di Catanzaro. Scuola di specializzazione per le professioni legali
2013, pp 248
Rubbettino Editore, Diritto
isbn: 9788849835731

L’opera nasce dalla rivisitazione del sistema delle fonti italo-comunitarie riferibili agli strumenti alternativi di risoluzione delle controversie (A.D.R.); unitamente alla esigenza di verifica delle tendenze volte ad attribuire efficacia normativa a mere condotte della prassi non elevabili a rango di fonte, se non in esito alla compiuta valutazione di liceità e meritevolezza. L’indagine, tralasciata un’analisi di comparazione e processual-civilistica, ha consentito di individuare taluni caratteri propri ed unitari dell’intero impianto degli strumenti di A.D.R. Fra essi, il primo, la matrice convenzionale, criterio unificatore, ed al contempo elettivo, delle regole di procedura. La stessa matrice convenzionale ha trovato conferma nella procedura di mediazione quale ipotesi c.d. di negoziazione assistita, ove non è stato rinvenuto alcun potere sostitutivo delle parti in capo al mediatore. Da qui il divisato, ulteriore, carattere della media interferenza rispetto all’assetto degli interessi delle parti in mediazione.