Giornale di guerra
1915-1917

A cura di

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2016, pp 336
Rubbettino Editore, Diari e lettere, Storia, Storia d'Italia
isbn: 9788849846379
Prefazione di Alessandro Campi

Il Giornale di guerra di Benito Mussolini, pubblicato a puntate sul Popolo d’Italia tra il dicembre 1915 e il febbraio 1917, è uno dei documenti più interessanti sul primo conflitto mondiale, degno di figurare all’interno della migliore “letteratura di guerra” italiana. A lungo trascurato dagli studiosi, che lo hanno considerato uno scritto strumentale e di natura essenzialmente politica, quello mussoliniano è in realtà il racconto in presa diretta, privo di retorica e in molti parti assai crudo, di un conflitto che ha cambiato la storia d’Italia e d’Europa non solo sul piano politico, ma anche dal punto di vista mentale e dell’immaginario collettivo. Alla guerra Mussolini partecipò come bersagliere semplice, combattendo per un anno e mezzo, sino al suo ferimento, sui fronti dell’Alto Isonzo, della Carnia e del Carso. Di quell’esperienza ha offerto una cronaca “a caldo” che riletta oggi aiuta a comprendere non solo la sua successiva avventura politica, ma anche e soprattutto le caratteristiche e le peculiarità di quel particolare e tragico evento bellico. Si tratta dunque di un diario che va letto senza alcun pregiudizio ideologico, ma come un prezioso documento storico. Al tempo stesso si tratta di una testimonianza personale che però riflette le esperienze all’epoca vissute da molti altri combattenti. Quest’edizione, curata dallo storico e politologo Alessandro Campi (autore anche di un lungo saggio introduttivo d’inquadramento), ripropone il Giornale di guerra del futuro capo del fascismo in una versione per la prima volta accuratamente annotata dal punto di vista storico-critico.

+ Rassegna stampa

Potresti essere interessato ai seguenti libri