Giorgio Bartocci

"Diviso tra urban-art e public-design, Giorgio Bartocci si fa portavoce semi-inconsapevole di una tensione creativa che scaturisce dagli input e dalle info costanti della società contemporanea.
Sempre impegnato nella sua interazione figurativa tra le complesse strutture urbane e i propri contesti sociali, Giorgio popola tele e pareti di figure via via gonfie o esplose, quasi la metafora visiva di una somatizzazione andata male, tra sfondi cupi e grigi, in cui si battono solo pochi dettagli chiave, spesso in colori fluo.
La tensione cui dà forma l'artista è la stessa tensione in cui ognuno ristagna, tra incoerenze, simulazioni, buoni visi e cattivi giochi; una tensione creativa che in Bartocci dà i suoi frutti con un'iconografia personalissima, evocativa e intima come un desiderio proibito."
Ha studiato progettazione grafica e comunicazione visiva all'I.S.I.A. di Urbino.
Ha realizzato numerosi progetti di visual design, commissioni per enti privati e istituzioni pubbliche.
Vive e lavora a Milano.