George Gissing
romanziere del tardo periodo vittoriano

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia
2005, pp 300
Rubbettino Editore
isbn: 8849811933
Premessa di Pierre Coustillas Postfazione di Andrea Sciffo Con energia meridiana e al contempo britannica, l’Autore ha per una vita ingaggiato la sua lotta col demone dell’arte, divenendo presto l’amico lontano di Gissing, il suo corrispondente fuori dal tempo, al termine di un’assidua frequentazione con le pagine del romanziere vittoriano; la raccolta di saggi e articoli che qui si offrono è infatti frutto di un legame avvincente, dell’atmosfera del mito e degli eroi, che da epoche remote parlano ancora, attraverso gesta immortali dalla Fama e dalla voce dell’aedo. È una premessa doverosa se si vuole intendere in profondità il senso del rapporto che in questo libro unisce Badolato studioso calabro-brianteo, al suo diletto Gissing, lo scrittore innamorato della Calabria, mentre alla fine dell’Ottocento studiava e carezzava la Magna Grecia e offriva il suo classico di viaggio By the Ionian Sea (1901), ristampato in edizione critica a cura di Pierre Coustillas (Oxford, Signal Books, 2004). Badolato studiando e traducendo Gissing lungo un quarantennio, ha finito di stabilire con lo scrittore di Wakefield il rapporto dantesco-virgiliano dell’io viator che attraversa le vicende del vivere in compagnia di un magister. Dal tempo dell’Antologia Critica (Herder 1984) a questo nuovo volume che introduce a Gissing, tutto è cresciuto: la vicissitudine storica attuale che ripropone con urgenza i temi sociali trattati dal romanziere, la necessità di uomini nuovi che adesso non tradiscono l’antica tempra (come quella di Badolato, studioso e preside), infine la stima del maggior custode dell’opera omnia gissinghiana, Pierre Coustillas, verso l’Autore di contributi che qui si raccolgono.