Francesco Donadio

Francesco Donadio è stato ordinario di Storia della filosofia presso l’Università Federico II di Napoli. È Socio dell’Accademia Pontaniana e dell’Accademia di Scienze Morali e Politiche della Società Nazionale di Scienze Lettere e Arti in Napoli. Tra i suoi lavori recenti vanno segnalati La religione come pensiero e come azione, Rubbettino 2010; Religion und Geschichte bei Paul Yorck von Wartenburg, Königshausen & Neumann 2013; Al cuore della religione. Sentieri filosofici, Rubbettino 2014; Del sentimento storico della vita. Dialoghi filosofici «al margine», Rubbettino 2014; Crociate di un filologo. Religione e illuminismo nel giovane J.G. Hamann, ETS 2017; L’esperienza religiosa e il lessico sapienziale, Cittadella Editrice 2017. Ha curato testi di Ranke, Schelling, Heidegger, Braniss, Troeltsch. Per Bompiani ha curato l’edizione italiana, con testo tedesco a fronte, di P. Yorck von Wartenburg, Tutti gli scritti, 2006. Nel 2017 ricorre il quinto centenerario dell’affissione delle 95 Tesi di Lutero alla chiesa del castello di Wittenberg, che ha segnato l’inizio di una cesura traumatica nella coscienza religiosa europea. Una tale ricorrenza, quanto meno a ogni scadenza secolare, ha sempre suscitato un gran fervore di iniziative culturali che hanno ripreso e sviluppato l’immagine di Lutero e della Riforma da lui innescata. Questo lavoro s’inscrive nello spirito di quelle iniziative. Esso non è propriamente un libro su Lutero o quanto meno lo è solo in adiecto, perché il suo interesse centrale è dato dalla ripresa delle sue idee fatta dai personaggi, tutti affetti da passione luterana, che occupano la scena di questa narrazione. Attraverso le domande poste da questi autori a Lutero e le risposte che ne hanno dedotto ci pervengono inoltre materiali di riflessione per l’approfondimento di una Critica della ragione storica.

Tutti (7)
Autore (5)
Curatore (2)