Foto da Cuba, videotape della Bulgaria
I giovani e la dieta totalitaria: chi è a regime e chi lo è stato Presentazione di Valerio Riva

Special Price €8,78

Prezzo Pieno: €10,33

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Varia Colibrì
2001, pp 210
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849800118
Una foto è per sempre. Irreversibile, se è brutta la puoi solo strappare o manipolare. Manon cambia mai. Una videocassetta, invece, si può montare e rimontare all'infinito. Restacomunque la possibilità di aggiungere, togliere, ridefinire, migliorare. Così le realtàattuali di Cuba e Bulgaria. Unite da un comune passato totalitario, di rivoluzioni felici econsensi assoluti (“votazioni bulgare”), e separate da un presente e da un futuro diametralmenteopposti.Distinguere tra fotografie e videotape, come fa Bauman per caratterizzare modernità epostmodernità, serve allora a chiarire la condizione esistenziale, in primo luogo giovanile,che differenzia oggi l'isola di Fidel Castro ed il Paese balcanico: da una parte la stagnazionee la paralisi, dall'altra il mutamento sociale.A Cuba una vita irreale, che si trascina tristemente ed in maniera apatica verso il vuoto.Un girare attorno alle cose senza avere la prospettiva indispensabile del futuro, chiusi inun quotidiano nullo e senza lancette, bloccato. In Bulgaria un tempo che è tornato ad esserenormalmente fluido, proiettato verso il domani. Una percezione cronologica concretache si traduce nell'assoluta disponibilità di se stessi. Ciò che manca invece nei Caraibi.