Fornero: "la riforma non nasce dal gusto per il licenziamento" ()

di Redazione, del 08 giugno 2012

Il commento del ministro Fornero sulla riforma del mercato del lavoro durante la presentazione del libro "Genesi di una riforma" di Stefano Scabbio
ROMA - "Vogliamo un mercato del lavoro che porti dentro con contratti di flessibilità quelli che sono ai margini del mercato. Non è dal gusto per il licenziamento che nasce la riforma ma dalla volontà di creare un mercato del lavoro dinamico, che dia migliori performance per tutti".

Così Elsa Fornero è intervenuta, rispondendo indirettamente agli attacchi del leader della CGIL Susanna Camusso, intervenendo poc'anzi alla presentazione del volume di Stefano Scabbio "Genesi di una riforma. Il nuovo mercato del lavoro in Italia" che Rubbettino ha da poco lanciato in libreria.


Sintesi del libro
Il numero uno della multinazionale del lavoro ManpowerGroup in Italia studia, analizza e riflette sulla riforma in fieri del mercato del lavoro. Una riforma attesa, combattuta, necessaria, per intervenire nella grave situazione di disoccupazione e inattività crescenti, introdurre maggiore flessibilità in entrata e in uscita, creare tutele, riequilibrare un sistema duale che privilegia le vecchie generazioni, lasciando ai giovani scarse possibilità di ingresso e nessuna tutela. Il nuovo Governo si è trovato ad affrontare scelte difficili, a cominciare dal nodo spinoso della flessibilità in uscita e da quelli della flessibilità in entrata e dei nuovi ammortizzatori sociali.

Chissà se questa riforma raggiungerà gli obiettivi che si propone! È una sfida che ci riguarda tutti: aziende, cittadini, sindacati ed esponenti del mondo del lavoro, come l'autore di questo saggio che si pone il quesito fondamentale se la nuova riforma favorirà finalmente l'emersione del talento e del merito.

L'Autore

Stefano Scabbio è Presidente e Amministratore Delegato di Manpower Group Italia e Iberia e Vice Presidente di Assolavoro.