Giuseppe Campagna
Ferrante

A cura di Pasquino Crupi

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Classici della letteratura calabrese
2010, pp 114
Rubbettino Editore, Letteratura, Poesia e Teatro, Poesia
isbn: 9788849826258
Introduzione di Pasquino Crupi. Nota al testo e note di Claudia Maio. Il Ferrante è la prima tragedia di Giuseppe Campagna. Appare con la data di Lugano 1832, ma in effetti, è a Napoli nel 1832 presso la tipografia di Giuseppe Ruggia e Compagni. Fu ripubblicato con il titolo modificato in Ferrante nel volume Tragedie (Tip. Migliaccio, Cosenza 1842) ove appaiono anche Sergio e Ludovico il Moro.
Protagonista è Ferdinando I d'Aragona (1423), noto come Ferrante I, re di Napoli dal 1458 al 1494, anno della sua morte. Il Campagna lo racconta a partire dalla Congiura dei baroni del 1485, capeggiata dal conte di Sarno, Francesco Coppola, giustiziato il 14 maggio 1487, e dal segretario del Regno Antonello Petrucci. E di quei baroni, del conte di Sarno, che, come si sa, non ammette nessun'altra ragione. E non ammette neache la ragione dell'arte, che nella tragedia si manifesta per sprazzi.