Elogio della precarietà
Il lavoro tra flessibilità, sussidiarietà e federalismo

Special Price €12,75

Prezzo Pieno: €15,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Problemi aperti
2010, pp 178
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 9788849826487
Un singolare strabismo politico fa percepire il lavoro precario più negativo del lavoro nero. Questo è infatti, un male, ma per qualche verso è tollerato, perchè riconducibile al gusto della trasgressione che abbonda nel dna nazionale. Il lavoro precario è un'altra cosa, è legale e forse in ciò è la sua maggiore pecca, perchè evoca sensi di colpa per il solo fatto di essere stato consentito.
Certamente è un fenomeno sociale meritevole di grande attenzione, ma non ha fondamento la demonizzazioneche se ne fa e soprattutto non ha senso la campagna della paura che lo addita come l'agente disgregatore di vite individuali. La precarietà del lavoro potrebbe però diventare un'opportunità, se ci sforziamo di gestirla. Questo libro vuole analizzare senza preconcetti vizi e virtù di questo fenomeno tipico del nostro tempo.