Donatella Bolech Cecchi

table { }td { padding-top: 1px; padding-right: 1px; padding-left: 1px; color: black; font-size: 10pt; font-weight: 400; font-style: normal; text-decoration: none; font-family: Arial; vertical-align: bottom; border: medium none; white-space: nowrap; }.xl63 { color: windowtext; }

Nata a Trento nel 1947, residente a Pavia, sposata con due figli. Laureata in Scienze Politiche nel 1969 a Pavia.  Dal 1971 all'Università di Pavia  come assegnista, contrattista, ricercatrice e professore associato in Storia delle Relazioni internazionali. Supplenza di Storia delle relazioni internazionali e Storia dell'Integrazione europea all'Università di Sassari dal 1991 al 1999. In pensione dal 2010 insegna per contratto a Pavia prresso il Dipartimento di Scienze Politiche e sociali Storia dell'Integrazione europea e Storia dei rapporti tra Europa e Nordamerica. Membro della redazione della rivista "Il Politico". Attività di studi: periodo 1919 -1945 con particolare riferimento a Italia, Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti e Vaticano. Autrice di numerosi saggi su riviste e volumi italiani e esteri, ha pubblicato per Giuffrè "L'accordo di due Imperi"(1977) e "Non bruciare i ponti con Roma" (1986). Con Rubbettino ha pubblicato "Alle origini di un'inimicizia - Italia-Cecoslovacchia 1918-1922" (2008) e "Eitel Friedrich Moellhausen - Un tedesco amico degli italiani (1939-1945" (2016).
Autore (2)