De Gasperi e la democrazia dell'alternanza

Special Price €11,90

Prezzo Pieno: €14,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Quaderni di Europa popolare
2008, pp 184
Rubbettino Editore, Società e scienze sociali
isbn: 9788849821710
Prefazione di Ortensio Zecchino
Una rilettura del decennio degasperiano da un’angolazione inedita: la ricerca di una democrazia matura, cioè di una democrazia dell’alternanza non condizionata dalle estreme forze politiche e fondata sulla collaborazione/competizione fra democristiani popolari e socialisti autonomi, come nelle grandi democrazie occidentali. Un disegno non realizzato, ma seriamente valutato: molto chiaro nella visione di Alcide De Gasperi; più sognato e anche desiderato nei propositi di Pietro Nenni (bloccato dal suo apparato filosovietico) e di Giuseppe Saragat (decisamente occidentalista); obiettivamente irrealizzabile, perdurando la maggioranza assoluta della Dc. Una ricostruzione dettagliata sulle origini, le ostilità, i progetti relativi alla cosiddetta “legge truffa”, voluta innanzitutto da liberali e socialdemocratici (molto meno dai democristiani) che vale a ristabilire la verità storica dopo cinquant’anni di propagandisti falsi e devianti. Una sollecitazione a riguardare il degasperismo – come pensiero, insegnamento politico e ancoraggio internazionale –, quale fonte d’abbeveraggio ideale e orientativo nelle alleanze e nelle contrapposizioni italiane ed europee all’inizio del XXI secolo.