Ciriaco De Mita, Biagio De Giovanni
Da un secolo all'altro
Politica e istituzioni a partire dal 1968

A cura di Roberto Racinaro

Special Price €11,22

Prezzo Pieno: €13,20

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Problemi aperti
2004, pp 282
Rubbettino Editore, Fuori Catalogo
isbn: 8849809255

L’ultimo decennio del Novecento si presenta, a prima vista, come un vero e proprio sconvolgimento della storia italiana quale si era delineata nel secondo dopoguerra. Partiti e uomini politici che avevano avuto un ruolo fondamentale nella vita del Paese scompaiono, spesso in virtù dell’azione dirompente della magistratura, dalla ribalta della storia; nuovi protagonisti e nuove forze si affacciano nella storia politica. Come spiegare cambiamenti così radicali? Anzi, prim’ancora: questa serie di cambiamenti è stata davvero così imprevedibile? Che rapporto c’è fra l’instabilità degli ultimi anni e la fine del comunismo? Che cos’è, oggi, la politica? È nata veramente una “seconda” repubblica dopo tangentopoli? E ancora: c’è un rapporto tra i cambiamenti italiani e quelli del resto del mondo? A che punto è il processo politico dell’integrazione europea? L’Europa è stata una scelta o una semplice necessità, rappresenta un’occasione o cos’altro? A questi e a molti altri interrogativi rispondono, attraverso analisi storiche e teorico-politiche, un politico di consumata esperienza e aperto alla riflessione teorica, come Ciriaco De Mita, e un intellettuale come Biagio de Giovanni, da sempre sensibile - prim’ancora della esperienza di europarlamentare - alle implicazioni politiche delle scelte culturali. Sull’attualità si sofferma poi Roberto Racinaro, che ne sottolinea in particolare un aspetto inconsueto: il farsi strada, nella odierna instabilità, di una ambigua partitocrazia senza partiti.