Criaco, delitto eccellente nella Calabria dei potentati (Il Mattino)

di Federica Di Bianco, del 23 marzo 2015

Da Il Mattino del 22 marzo

In una piccola cittadina dell'Aspromonte si consuma un delitto eccellente: il sindaco Carmine Orsini, tornato da lunga vacanza sulle spiagge del Brasile, viene ucciso da un killer con colpi di pistola sparati a bruciapelo. Un caso difficile raccontato dallo scrittore calabrese Gioacchino Criaco in Zefira (Rubbettino, pagg. 191, euro 14), secondo episodio della trilogia iniziata con il successo di Anime nere (2008). Criaco ambienta un'altra storia nella sua Calabria, questa volta nella immaginaria città di Zefira, piccolo paese dove pochi cognomi creano una fitta rete di parentele. Qui il commissario Luca Rustici, appena trasferitosi da Milano, con l'aiuto dell'ispettore Giovanbattista Manti, è sulle tracce dell'assassino e tutto lascia intravedere lo spettro dell'ndrangheta.
Una realtà estremamente complessa accoglie il commissario milanese, un mondo arcaico con leggi proprie, dove ipocrisia, potere e violenza incarnano una cultura dai valori sovvertiti. Criaco, più che a definire un identikit psicologico dei protagonisti, è interessato a costruire un ritratto della sua Calabria, soffermandosi su spazi e tempi cristallizzati, dove un pugno di famiglie si divide il territorio. E l' autore denuncia l'accordo tra le cosche e l'aristocrazia cittadina per la gestione dei fondi pubblici. I colpi di scena non mancano anche se più che l'intreccio ad accattivare il lettore sono le trame oscure che percorrono il romanzo, specchio della storia italiana dal dopoguerra ad oggi. Anche i personaggi che popolano le pagine appaiono sospesi in un alone di ambiguità, in bilico tra bene e male. Nulla è come sembra: lo stesso commissario, che dalla nebbiosa brughiera si trasferisce nella torrida Calabria, si affida alla guida del suo sottoposto che lo conduce tra montagne selvagge custodi di segreti sepolti da tempo. L'ambiguità e il dubbio sono il leitmotiv del romanzo, percorso dalla scrittura fluida ed appassionata di chi, nato nella Calabria ionica, alle pendici delle montagne, conosce profondamente le dinamiche del territorio.

di Federica Di Bianco

clicca qui per acquistare il volume ad un prezzo speciale