Cattolicesimo, protestantesimo e capitalismo
Dottrina cristiana ed etica del lavoro

Special Price €8,50

Prezzo Pieno: €10,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Collana dell'Istituto Bruno Leoni
2005, pp 286
Rubbettino Editore, Biblioteca liberale, Collana dell'Istituto Bruno Leoni
isbn: 8849813111
Prefazione di Giorgio Faro
“Il saggio di Paolo Zanotto affronta da una prospettiva polivalente uno dei fenomeni più controversi e affascinanti della storia economica, sociale e culturale, ponendolo in relazione con il pensiero religioso cristiano: l’origine dello spirito del capitalismo che permea tuttora, volens nolens, la struttura dell’Occidente, a maggior ragione dopo la liquidazione apparentemente radicale dei sistemi marxisti. […] L’aspetto peculiare che conferisce specifica novità al saggio, consiste nel chiarire un confronto tra l’etica protestante, in particolare quella calvinista-puritana analizzata da Weber, e la novità rappresentata dall’affermarsi di un pensiero cattolico originale sul lavoro, in tempi assai recenti. In questo caso, non ci si sofferma tanto sulla Dottrina sociale della Chiesa (nata a fine Ottocento), ma piuttosto sul rilevante contributo alla teologia cattolica del lavoro (di fatto divenuta sistematica solo con Giovannni Paolo II) offerto oggi dall’Opus Dei (Prelatura Personale della Chiesa Cattolica); in particolare, delineata dal suo Fondatore, san Josemaría Escrivá de Balaguer, a partire dagli anni Trenta. Pertanto, storia, economia, sociologia, religione, teologia, sono altrettante finestre aperte che l’autore del presente saggio esplora nell’intento di gettare nuove prospettive di approfondimento” (dalla prefazione di Giorgio Faro)