James Bowman
Breve storia dell'onore

Special Price €10,20

Prezzo Pieno: €12,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Universale Rubbettino
2009, pp 128
Rubbettino Editore, Storia, Storia culturale e sociale
isbn: 9788849823714
Si può parlare ancora, oggi, di senso dell'onore?
Di fatto la modernità si è attuata in Occidente proprio attraverso il rifiuto degli standard tradizionali dell'onore, come la prodezza militare o la castità femminile. Ma credere per questo che il senso dell'onore sia andato perduto sarebbe errato: il disprezzo dell'eroismo come rifiuto degli orrori della guerra dichiarato negli anni Sessanta dai movimenti pacifisti giovanili, o la coeva rivoluzione nei costumi sessuali, altro non sono che una riformulazione del concetto di onore da un inedito punto di vista.D'altra parte l'onore, per sua stessa natura, sembra subordinare l'individuo a comunità più vaste ed è perciò inseparabile dalla sua dimensione sociale e pubblica, presupponendo l'esistenza di“gruppi d'onore”, al cui interno il singolo tenta di distinguersi. è così che oggi possiamo osservare il riaffiorare di forme d'onore primitive, nelle gang di strada come nelle forze armate.
In questo libro, sintesi di una ricerca più ampia apparsa negli USA, l'autore utilizza l'onore e le sue metamorfosi come chiavi di interpretazione dei più importanti fenomeni sociali del nostro tempo, anche con l'ausilio di fonti letterarie, artistiche e cinematografiche. Il tutto per giungere a una domanda: una volta archiviati concetti come gloria, cavalleria e virtù, saremo capaci di reinventare l'idea dell'onore per una nuova epoca?