Brunello De Stefano Manno
Assassinio alla Certosa
21 ottobre 1844 Morte di Fra Arsenio Compain. Atti della Gran Corte Criminale di Catanzaro e Suprema Corte di Giustizia di Napoli. Movente, esecutori, complici e mandanti nell'arringa dell'avvocato G. Marini Serra

Special Price €10,20

Prezzo Pieno: €12,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: -
2008, pp 138
Rubbettino Editore, Città Calabria Edizioni
isbn: 9788888948553
Prefazione di Sharo Gambino
Grazie alla scoperta di nuovi documenti, questo breve saggio ricostruisce i retroscena di un crimine perpetrato nella Certosa di Serra San Bruno, svela il movente, il presunto mandante, gli esecutori materiali e i complici rimasti finora nell’ombra. E, non ultimo, restituisce dignità alla scomoda e troppo chiacchierata vittima. Il caso Compain ha i caratteri tipici del noir: efferato il crimine, cruento il modo, controversa la personalità della vittima, reticenti o troppo loquaci alcuni testimoni, personaggi eccellenti prosciolti in tutta fretta, condanna a morte del colpevole, intervento in aula di un famoso avvocato con immancabile colpo di scena finale. Di casi così, inventati, se ne sono letti tanti, e di più se ne sono visti al cinema o in televisione. Questo di Compain è realmente accaduto, ma è collocato in un epoca in cui tal genere di vicenda attirava solo l’interesse dei magistrati e non catturava l’attenzione del cosiddetto pubblico. La fanfara dei giornalisti, lo sbattere il mostro in prima pagina e gli stessi quotidiani erano di là da venire; l’audience, i dibattiti e la gogna televisiva erano ancora in mente Dei.