Amministrazioni pubbliche e volontariato
Stato e prospettive

A cura di Valeria Andreani, Alessandra Minà

Special Price €13,60

Prezzo Pieno: €16,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Analisi e strumenti per l’innovazione
2007, pp 160
Rubbettino Editore, Politica, Pubblica amministrazione
isbn: 9788849818284
La svolta pluralista del sistema locale di welfare e l'affermarsi di un nuovo modello di amministrazione basato sulla sussidiarietà e la partecipazione di tutti gli attori sociali alle attività di pianificazione e intervento sul territorio, impongono una rilettura del rapporto fra amministrazioni e terzo settore, con particolare riguardo alle organizzazioni di volontariato ed al ruolo loro spettante nell'erogazione di servizi alla cittadinanza.
Si assiste al continuo aumento delle organizzazioni iscritte ai registri regionali: la tendenza verso la formalizzazione è infatti uno dei segnali più evidenti del cambiamento cui il volontariato sta andando incontro. Un cambiamento che investe tanto l'organizzazione interna di questi soggetti, quanto gli ambiti di operatività e il loro stesso modo di porsi rispetto agli interlocutori istituzionali.
Il presente volume parte proprio da un'analisi dei mutamenti in atto, per inquadrare l'attuale stato dei rapporti fra volontariato e amministrazioni pubbliche, e ipotizzarne i possibili scenari di sviluppo, nella costruzione di un nuovo modello di cooperazione improntato ai principi di sussidiarietà e partecipazione.
Si è così proceduto alla realizzazione di un'indagine quantitativa, condotta nell'aprile del 2006 su un campione di 1061 organizzazioni di volontariato iscritte ai registri regionali, mediante somministrazione telefonica di un questionario.
Questa survey ha permesso di tracciare, per la prima volta in Italia, uno spaccato rappresentativo delle relazioni tra volontariato e pubblica amministrazione, finalizzato a comprendere gli aspetti organizzativi, strutturali e culturali che, attualmente, caratterizzano le relazioni fra questi soggetti. Alla fase quantitativa se ne è aggiunta una qualitativa, di selezione e studio di alcune esperienze particolarmente significative di cooperazione fra amministrazioni e volontariato: fondamentali nell'analisi dei fattori di innovazione nei rapporti fra amministrazioni e volontariato, al fine di avviare una riflessione sulle nuove prospettive di collaborazione nella programmazione e realizzazione di progetti rivolti alla collettività.