Alexander Dubcek e Jan Palach
Protagonisti della storia europea

A cura di

Special Price €18,70

Prezzo Pieno: €22,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Studi Diplomatici
2009, pp 414
Rubbettino Editore, Storia, Storia generale e mondiale, Speciale Sessantotto
isbn: 9788849822434
Tag: 1968, Breznev, Cecoslovacchia, comunismo, Democrazia, dottrina Breznev, Europa, Guerra fredda, libertà, movimenti studenteschi, Patto di Varsavia, Pci, Primavera di Praga, protesta, riforme, blocco sovietico, Bohumil Hrabal, URSS

Alexander Dubcek e Jan Palach non sono espressione di un Paese e di un sistema di governo ormai scomparsi, ma protagonisti di una stagione che pone innumerevoli interrogativi alla coscienza e alla storiografia europee. Quest'opera collettanea, frutto di un impegno di alcuni anni, si presenta come un contributo fortemente innovativo sulla Primavera di Praga, per organicità d'impostazione e per ricchezza di documentazione. Il volume può vantare avvincenti saggi di carattere filosofico, sociologico e storico-culturale e dà conto non solo degli otto mesi in cui quell’esperimento politico si manifestò e di tutto il dibattito e il travaglio precedenti, ma prende anche in considerazione il periodo immediatamente successivo all’invasione quando si evidenzia il distacco sempre maggiore tra società civile e dirigenza politica. È in questo contesto che matura il rogo di Jan Palach rivolto innanzitutto contro la gestione della crisi da parte di Dubcek, ritenuta rinunciataria e arrendevole alle richieste sovietiche, e diretto a scuotere le coscienze dei propri concittadini. Non manca la valutazione del quadro internazionale di allora e in particolare delle posizioni del Partito comunista italiano. Una serie di interviste offre un panorama di autorevoli opinioni riguardo agli eventi del ’68 e agli sviluppi successivi fino alla caduta del muro di Berlino. L’originalità della chiave interpretativa sta nel collocare il movimento riformatore nell’alveo della tradizione culturale ceca e slovacca e nel rendere attuale, in questo momento di profonda crisi del modello neoliberista, quel messaggio di umanesimo democratico e socialista, che si espresse all’epoca in larga parte dei protagonisti, ai vertici e tra la popolazione. Di assoluto rilievo sono alcune preziose testimonianze e l’inserto iconografico.

+ Rassegna stampa

Potresti essere interessato ai seguenti libri