Fabrizio Mollo
Ai confini della Brettìa
Insediamenti e materiali nel territorio tra Belvedere Marittimo e Fuscaldo nel quadro del popolamento italico della fascia costiera tirrenica della provincia di Cosenza

Special Price €27,20

Prezzo Pieno: €32,00

aggiungi al carrello
aggiungi alla whishlist

Collana: Società antiche
2003, pp 520
Rubbettino Editore
isbn: 8849806953
La fascia costiera del Tirreno cosentino, compresa tra le antiche Cerillae e Clampetia, tradizionalmente poco conosciuta nel panorama scientifico, costituisce l’ambito in cui si muove questa ricerca, mirata alla comprensione delle dinamiche insediative dei Brettii tra la seconda metà del IV e la prima metà del III sec. a.C. Attraverso i dati raccolti durante un lustro di scavi e di ricognizioni, cui sono stati affiancati i dati editi provenienti dal territorio, è stata effettuata una ricostruzione completa di un segmento territoriale, comparato con le aree limitrofe di Temesa a Sud e di Laos-Blanda a Nord. Ciò ha permesso di ricostruire un quadro insediativo costituito da numerosi piccoli nuclei abitati sparsi d’altura, alternati a sepolture isolate o a piccoli nuclei, disposti lungo i percorsi di collegamento tra l’importuosa linea di costa ed il complesso sistema collinare dell’interno; l’analisi dettagliata dei materiali ha permesso, inoltre, di leggere il rapporto economia-territorio ed ha offerto uno spaccato socio-economico e culturale dei Brettii che vivevano in quest’area tirrenica in un periodo tra la fine del IV e la prima metà del III sec. a.C. La fine di questi siti sembra sia da collegare alle vicende della guerra pirrica e della successiva I guerra punica, quando anche in territori limitrofi il tessuto insediativo italico sembra progressivamente essersi sfaldato ed il territorio deve aver sofferto un destino di spopolamento e di abbandono, come dimostra l’inesorabile e quasi simultaneo disuso dei siti dell’area.