150 anni dell'Unità d'Italia. Le ragioni degli altri ()

di Redazione, del 18 ottobre 2011

La casa editrice Rubbettino parteciperà, con i suoi autori, al Festival 150 anni dell'Unità d'Italia. Le ragioni degli altri. Lino Patruno, Massimo Teodori, Vittorio Daniele e Paolo Malanima, presenteranno i propri libri in alcune piazze calabresi.
I protagonisti della manifestazione sono gli Italiani, considerati di volta in volta nei loro aspetti di diversità, nella pluralità dei loro volti, delle loro tradizioni, delle loro opinioni ma anche in tutte quelle fasi che li hanno visti avvicinarsi e unirsi in un sentimento di comune appartenenza. 
Un percorso che riflette sul lungo processo di formazione dell’identità nazionale. Una manifestazione che analizza la vicenda unitaria attraverso le ragioni degli altri, intendendo gli altri “tutti”.
I 150 anni rappresentano un’opportunità per riflettere, alla luce del federalismo prossimo venturo, sui motivi che distanziano territori che dopo anni sono diventati come giustamente affermò Massimo D’Azeglio “Italia senza italiani”.
Consapevoli che la trasformazione del nostro territorio passa necessariamente da un cambio di paradigma che consideri la cultura la vera leva del cambiamento, l’unico strumento per incidere realmente sulle strutture simboliche e mentali della comunità, riteniamo significativo il programma intrapreso per celebrare l’evento del 150° nel tentativo di collocare fatti storici, eventi e narrazioni nel loro contesto di riferimento favorendo la stratificazione di significati nella memoria collettiva.
Le undici giornate, valorizzando un percorso ideale di autori e testi, vogliono contribuire a rinnovare la conoscenza e la memoria di quanto contribuì, inclusa la nostra Calabria e i calabresi,  “[…] a imprimere sull'Italia un tratto oggettivo di esperienza unitaria” (E. G. Della Loggia). 
La proposta è strutturata in undici giornate/eventi di presentazione di autori e opere importanti, libri che nell’ultimo biennio 2009/2010 hanno conquistato la ribalta nazionale per la loro capacità di far discutere, di attivare confronti e dibattiti su argomenti e temi connessi alla formazione di una coscienza civile unitaria, di una maggiore consapevolezza delle aporie - mai risolte - sul rapporto Nord-Sud, di una prospettiva in grado di raccogliere la sfida dell’europeismo e di colmare definitivamente i ritardi accumulati nella costruzione di una condivisa identità nazionale, di uno spirito critico che non si accontenta della lettura storica tramandata ma cerca nei fatti nuovi spunti interpretativi e nuove prospettive ermeneutiche.
Accanto alla presentazione di libri saranno organizzati vari momenti di approfondimento tematico attraverso performance teatrali, concerti e proiezioni seguite da incontri didattici. Tutte le iniziative saranno accompagnate dalla mostra itinerante 150 Italia Unita, un racconto per immagini degli eventi e dei protagonisti che hanno reso possibile il processo di unificazione nazionale.

logo150

INFO www.150calabria.it, info@150calabria.it, segreteria 393 5081683